pubblicato il 31/10/2013
Version française

indice geografico
indice cronologico

Per informazioni:
Avvertenze importanti


itinerario 60
MOUTIER - GRAITERY - GÄNSBRUNNEN

 

Localizzazione:
Moutier, Giura bernese, Canton Berna, Svizzera
Bienne - Delémont - Basilea
(Auto-) strada Bienne - Delémont - Basilea
Partenza:
Moutier
Parcheggiare l'automobile a Moutier (preferibilmente nei pressi della stazione)

Arrivo:

Gänsbrunnen (su la linea Moutier - Soletta)

Dislivello:

856 m 666 m
Punto più basso: Moutier 529 m
Punto più alto: Oberdörferberg, che nel suo punto più alto misura 1297 m

Itinerario:

Moutier   Graitery   Loge aux Boeuf   Backihaus   Gänsbrunnen
Durata:
Moutier 2h Graitery 40min Loge aux Boeuf 1h Backihaus 50min Gänsbrunnen

Totale: 4h 30min
Difficoltà:
Nessuna in particolare

T2 - Escursione di montagna (secondo la scala del CAS)
Sentiero con tracciato evidente e salite regolari Se segnalato secondo norme FSS: bianco-rosso-bianco. Terreno talvolta ripido, pericolo di cadute esposte non escluso. Requisiti: passo sicuro, scarponcini da trekking consigliati. Capacità elementari d'orientamento.

Punti di ristoro:
Ristoranti a Moutier e a Gänsbrunnen
Varianti:
---
Commento:
È utile avere con sé una cartina geografica
Data:
Escursione effettuata il 24 aprile 2013
Partecipanti:
image
Claudio Aurore
Collegamenti internet (fonti):
Moutier su Wikipedia
La questione giurassiana su Wikipedia (in francese)
Altri itinerari nella regione:
Itinerario 11: Weissenstein
Itinerario 31: Mont Raimeux
Itinerario 32: Grenchenberg - Weissenstein
Itinerario 46: Gorges de Court - Lac Vert - Pâturage de Mont Girod

 

CARTINE

 

DESCRIZIONE

La gita inizia alla stazione di Moutier. Attraversiamo il sottopassaggio della stazione (in direzione sud) e seguiamo le indicazioni per la Montagne de Graitery. Dopo aver attraversato (salendo) un quartiere residenziale usciamo dalla città e attraversiamo alcuni campi (toponimo sulla carta nazionale: Creux au Loup). Al punto 635 lasciamo la strada agricola e proseguiamo su un sentiero. Al punto 677 incontriamo la strada sterrata che sale al Graitery (è vivamente sconsigliato salire in macchina, la strada è piuttosto malconcia). Seguiamo questa strada per circa 200 metri per poi svoltare a sinistra. Normalmente il bivio è ben segnalato (il cartello indica "Graitery par les échelles"), ma quando siamo passati il cartello era stato rimosso a causa di lavori forestali.

Qui inizia la vera salita: circa 500 metri di dislivello su una lunghezza (del sentiero) di circa 1500 metri. Per superare l'ultimo dislivello sono state posate delle scale metalliche (costruite nel 1935 e rinnovate nel 1975).

Al Graitery attraversiamo il pascolo fino alla sua estremità orientale. Seguiamo in seguito il bordo del campo per 500 metri in direzione est. Un cartello ci indica poi la strada da seguire: una discesa molto ripida ma breve ci conduce ai pascoli della Loge aux Boeuf. Qui, ci sono delle corde per aiutare i meno coraggiosi.

Alla Loge aux Boeuf è facile da sbagliare strada: il percorso non proseguire dritto verso ovest come suggerisce il cartello escursionistico e i segni sugli alberi. Il sentiero sale invece in direzione sud-est. Il sentiero segue la cresta in modo quasi continuo a non presenta alcuna difficoltà: la pendenza del versante sud della montagna è (relativamente) moderata.

Dopo aver attraversato la sciovia di Grandval continuiamo (in territorio solettese) verso Backihaus (Backi o Backi SAC sui cartelli escursionistici). Qui, per scendere a Gänsbrunnen, prendiamo il sentiero di sinistra. Questo passa infatti da un punto panoramico. Dopo una discesa abbastanza ripida, ma senza difficoltà, arriviamo alla stazione di Gänsbrunnen. Poco prima della stazione, su un promontorio, passiamo accanto a un vecchio bunker militare. Ho cercato su internet informazioni su questa installazione militare, senza successo.

A questo punto non ci resta che prendere il treno per tornare al punto di partenza a Moutier (c'è un treno ogni ora).

 

Moutier

Moutier è un comune di 7'500 abitanti situato nelle montagne giurassiane del canton Berna. Geograficamente la città è all'intersezione di un sinclinale (Petit-Val e Grand-Val) e due cluses - il termine italiano mi sfugge - (le gole di Court e quelle di Moutier). Le gole di Moutier sono un sito geologico di importanza europea.

Moutier è conosciuta in Svizzera soprattutto per via della questione giurassiana. Tutto ebbe inizio nel 1815 quando Moutier (e il resto del Giura) fu attribuito al canton Berna quale compensazione per la perdita di Vaud e Argovia.

La scintilla che ha dato fuoco alle polveri si verificò nel 1947 quando il Gran consiglio bernese rifiutò di eleggere il giurassiano George Moeckli al Dipartimento dei lavori pubblici e delle ferrovie argomentando che parlava male il dialetto bernese, cosa che avrebbe causato problemi di comunicazione. Questa decisione provocò un'ondata di manifestazioni di protesta nel Giura e furono creati movimenti separatisti.

A seguito di diverse votazioni popolari, solo tre distretti (più qualche comune) si sono staccati dal canton Berna per dar vita al canton Giura. La situazione di Moutier merita di essere segnalata: la cittadina rimase fedele a Berna e, nonostante il fatto che dal 1982 la maggioranza delle autorità comunali è separatista, nel 1998, nel corso di un voto consultivo, una maggioranza risicata rifiutò la proposta di aderire al canton Giura.

 

FOTO


le scalette metalliche


la Montagne de Graitery


vista su Moutier


dei bei fiori


tra il Graitery e la Loge aux Bœuf


Oberdörferberg


l'entrata di un bunker di Gänsbrunnen


© Claudio Filipponi - per informazioni:
Si prega di non utilizzare testi e foto senza il mio esplicito consenso