pubblicato il 12/04/09
Version française

indice geografico
indice cronologico

Per informazioni:


itinerario 5
CIMETTA - MADONE - GORDEVIO

 

Localizzazione:
Svizzera, Canton Ticino, Vallemaggia / Locarno
Locarno - Orselina, et Orselina - Cardada
Strada Locarno - Monte Bré
Partenza:
Cardada
Parcheggio alla fine della strada a Miranda (prima del cartello divieto di circolazione)

Arrivo:

Gordevio (linea di bus Locarno-Cavergno)

Dislivello:

879 m 1739 m
Punto più basso: Gordevio 312 m
Punto più alto: Madone 2051 m

Itinerario:

Miranda Cardada   Cimetta   Pizzo Trosa   Madone   Cangello   Alpe Pizzit   Brunescio   Archeggio   Gordevio
Durata:
Miranda 30min Cardada 1h  Cimetta 35min  Pizzo Trosa 1h 20min  Madone 45min  Cangello 30min  Alpe Pizzit 50min  Brunescio 45min  Archeggio 45min  Gordevio
Totale: 7h
Difficoltà:
Nessuna in particolare

T2 - Escursione di montagna (secondo la scala del CAS)
Sentiero con tracciato evidente e salite regolari Se segnalato secondo norme FSS: bianco-rosso-bianco. Terreno talvolta ripido, pericolo di cadute esposte non escluso. Requisiti: passo sicuro, scarponcini da trekking consigliati. Capacità elementari d'orientamento.

Possibilità di ristoro:
A Cardada, a Cimetta e a Gordevio
Varianti:
A Cangello possibilità di recarsi al lago Orgnana (per chi vuole fare il bagno: l'acqua è molto fredda, parlo per esperienza). Per accedere al lago salire verso la Bocchetta d'Orgnana / Lavertezzo (ca. 1 ora andata e ritorno, dislivello supplementare: 2x 170 m).
Commento:
Lunga escursione all'inizio della Vallemaggia. Il contrasto è enorme tra il sito decisamente turistico di Cardada e gli alpeggi popolati quasi solo di capre sopra il paese di Gordevio.
Data:
Escursione effettuata il 4 agosto 2006
Partecipanti:
image
Claudio LauroGuido Marisa
Collegamenti internet (fonti):

Sito internet del gestore della funivia e della seggiovia di Cardada-Cimetta
(Mio) sito sulle sciovie abbandonate di Cardada

 

CARTINE

 

DESCRIZIONE

Se si vuole fare questa gita con i mezzi pubblici prendere a Locarno la funicolare per Orselina (partenza nei pressi della stazione FFS), poi prendere la funivia per Cardada. È anche possibile salire in auto fino a Miranda (strada Locarno-Bré) e andare a piedi fino a Cardada, sta poi a voi trovare un sistema per tornare a prendere l'automobile. A ci sono due possibilità per raggiungere Cimetta: salire a piedi (via l'Alpe Cardada) o in seggiovia. A Cimetta si gode di uno splendido panorama sul delta della Maggia e il Verbano.
Proseguiro poi per il Pizzo Trosa e continuare verso il Madone. La salita è abbastanza lunga e esposta al sole (fa mooooolto caldo). Al Madone continuare sur sentiero di cresta in direzione di Gordevio. Arrivati a Cangello c'è la possibilità di attraversare la Bocchetta di Orgnana e fare un bagno nel lago omonimo (ca. 50 min antata-ritorno).
Continuare in seguito verso l'Alpe Pizzit. Poco dopo Cangello, ad un bivio prendere il sentiero inferiore. A Pizzit non scendere verso Mergozzo ma proseguire sul fianco della montagna verso Brunescio (si passa accanto alle rovine di una vecchia stalla). La discesa nel bosco per Brunescio è abbastanza ripida e scivolosa, prudenza. A Brunescio attraverso il prato e continuare la discesa fino a Gordevio. Ad Archeggio, se vedete la Marisa, salutatela da parte mia...

La stazione sciistica di Cimetta
La stazione sciistica di Cimetta fu stato costruita negli anni '50 del secolo scorso. Ha avuto un discreto successo fino agli inizi del 1990 quando la mancanza di neve ha iniziato a farsi sentire. Oggi la metà degli impianti di risalita sono stati chiusi definitivamente. Per ulteriori informazioni visita la mia pagina sul sito Binari morti.

 

FOTO


Lauro sulla seggiovia (sullo sfondo: il delta della Maggia)


vista sul Verbano e le Isole di Brissago dal Pizzo Trosa


la salita per il Madone nei pressi del Trosa


vista sul piano di Magadino dal Madone


noi in cima al Madone


il Guido tra il Madone e Cangello


Cangello


le rovine della vecchia stalla di Pizzit


Brunescio


il "pont Gialìtt" poco prima di Archeggio