pubblicato il 03/09/11
Version française

indice geografico
indice cronologico

Per informazioni:
Avvertenze importanti


itinerario 47
LANDARENCA - ALP DI ROSSIGLION

 

Localizzazione:
Landarenca, Val Calanca, Grigioni, Svizzera
Selma - Landarenca (a sua volta accessibile con l'autopostale Grono-Rossa, fermata Selma; a sua volta accessibile con l'autopostale Bellinzona-Mesocco-Thusis, fermata Grono)
Autostrada A13, uscita n° 38 Roveredo, seguire le indicazioni per la Val Calanca, parcheggiare a Selma alla partenza della funivia per Landarenca
Partenza:
Landarenca

Arrivo:

Landarenca

Dislivello:

603 m 603 m
Punto più basso: Landarenca 1280 m
Punto più alto: Alp di Rossiglion 1959 m

Itinerario:

Landarenca Pian Boliv Alp di Rossiglion Cant Pian Landarenca
Durata:
Landarenca 35min Pian 10min Boliv 1h 20min Alp di Rossiglion 40 min Cant 20min Pian 25min Landarenca
Totale: 3h 30min
Difficoltà:
La discesa tra l'Alp di Rossiglion e Cant è ripida, ma senza particolari difficoltà

T2 - Escursione di montagna (secondo la scala del CAS)
Sentiero con tracciato evidente e salite regolari Se segnalato secondo norme FSS: bianco-rosso-bianco. Terreno talvolta ripido, pericolo di cadute esposte non escluso. Requisiti: passo sicuro, scarponcini da trekking consigliati. Capacità elementari d'orientamento.

Punti di ristoro:
Ristorante a Landarenca (con orario d'apertura ridotto), nel villaggio c'è anche un ostello per la gioventù
Varianti:
1) Salire (o scendere) a piedi invece di prendere la funivia
2) Da Pian scendere direttamente alla partenza della funivia (vedi sentiero tratteggiato sulla cartina)
Commento:
L'accesso a Landarenca è possibile solo a piedi o in funivia (villaggio senz'auto)
Data:
Escursione effettuata il 9 luglio 2011
Partecipanti:
image
Claudio Aurore Gianna Luca
Collegamenti internet (fonti):
landarenca.ch, sito con informazioni sul villaggio, il ristorante, la funivia, ecc.
Altri itinerari nella regione:
---

 

CARTINE

 

DESCRIZIONE

La nostra gita inizia alla stazione superiore della funivia Selma - Landarenca. Qui non prendiamo il sentiero che sale direttamente a Pian, ma ci dirigiamo verso il villaggio di Landarenca che merita una visita. Il nostro sentiero inizia dove c'è il tornante della strada lastricata che attraversa il paese. Qui seguiamo la comoda mulattiera fino a Pian.

A Pian (che a dire il vero molto "pian" non è) ci incamminiamo verso Boliv, dove continuiamo poi in direzione dell'Alp di Rossiglion. Poco prima di giungere all'alpe c'è la biforcazione del sentiero per Cant che utilizzeremo durante la discesa.

All'alpe partono i sentieri che portano al Pizzo di Claro e all'Alp di Stabveder. Noi però non andiamo oltre, sarà per un'altra volta. Per ritornare a Landarenca ritorniamo brevemente sui nostri passi fino alla biforcazione precedentemente segnalata. Qui imbocchiamo il ripido sentiero per Cant. A Cant giriamo a sinistra e poco dopo arriviamo a Pian. Qui possiamo o utilizzare la mulattiera che conduce a Landarenca (quella utilizzata per salire) o prendere il sentiero "diretto" che arriva alla stazione superiore della funivia.

Da notare che invece di utilizzare la funivia, è possibile anche salire da Selma a Landarenca a piedi: esiste infatti una mulattiera che dal fondovalle conduce al villaggio.

 

Landarenca

Il paese di Landarenca si trova ad un'altitudine di 1252 metri su un terrazzo situato sul versante destro della val Calanca. Fino al 1980 il villaggio era comune a sé stante era autonomo, poi si è unito ad Arvigo.

La paculiarità che caratterizza Landarenca è che il villaggio non è ragiungibile in automobile. Per superare facilemente i 350 metri di dislivello che separano il paese dal fondovalle nel 1962 fu costruita una funivia; impianto rinnavato nel 2004 e oggi funzionante 24 su 24.

Come tutti i villaggi alpini, l'economia di Landarenca era basata sull'agricoltura di sussistenza. Oggi, stando a Wikipedia, rimane sono un'azienda agricola e i numerosi paesoli situati sopra il paese sono minacciati dall'avanzare del bosco.

Anche la popolazione è fortemente diminuita: dai 117 abitanti del 1773 si è passati ai poco più di settanta dell'inizio del Novecento. Nel 1950 erano ancora 37, nel 1970 20 e nel 1990 solo 14.

I primi insediamenti pare risalgono a circa 800-900 anni fa. La chiesa fu menzionata per la prima volta nel 1529, ed è dedicata ai SS. Bernardo e Nicolao. Da notare che Landarenca fu il secondo comune grigionese (dopo Coira) a concedere il diritto di voto alle donne in materia comunale (1968).

 

FOTO


Landarenca


Pian


Tra Pian e Boliv


Dettaglio di una cascina di Boliv


Tra Boliv e l'alpe


Tra Boliv e l'alpe


"Siamo arrivati!"


L'Alp di Rossiglion