pubblicato il 03/09/11
Version française

indice geografico
indice cronologico

Per informazioni:
Avvertenze importanti


itinerario 45
LAGO DI CAUMA (FLIMS)

 

Localizzazione:
Flims, canton Grigioni, Svizzera
Linea Coira - Flims - Laax
Autostrada A13, uscita Reichenau (uscita numero 18), proseguire sulla strada cantonale in direzione di Flims-Disentis
Partenza:
Flims Caumasee
Parcheggio a disposizione a Flims Waldhaus (sulla strada cantonale, la biforcazione per il Lag la Cauma/Caumasee è indicata)

Arrivo:

Flims Caumasee
All'automobile

Dislivello:

circa 200 m circa 200 m
Punto più basso: Lago di Cauma 997 m
Punto più alto: Parcheggio Flims Waldhaus 1110 m

Itinerario:

Parcheggio Flims Waldhaus  Lago di Cauma   Conn   Parcheggio Flims Waldhaus
Durata:
Parcheggio Flims Waldhaus 10min Lago di Cauma 50 min Conn 50 min Parcheggio Flims Waldhaus
Totale: 1h 50min

Difficoltà:
Assolutamente nessuna

T1 - Escursione (secondo la scala del CAS)
Sentiero ben tracciato. Se segnalato secondo norme FSS: giallo. Terreno pianeggiante o poco inclinato, senza pericolo di cadute esposte. Requisiti: nessuno, fattibile anche con scarpe da ginnastica. Orientamento facile, percorribile anche senza cartina topografica.

Punti di ristoro:
Ristoranti a Flims e al Lago di Cauma (quest'ultimo aperto solo in estate)
Varianti:
---
Commento:
Passeggiata accessibile anche con un passeggino (a condizione di avere le ruote con copertoni veri: il sentiero non è asfaltato)
Data:
Escursione effettuata il 14 novembre 2010
Partecipanti:
image
Claudio Aurore
Collegamenti internet (fonti):
Lago di Cauma (Caumasee) su Wikipedia (in tedesco)
Comunicato dal Canton Grigioni sul progetto di risanamento del Lago di Cauma
Flims su Wikipedia
Ruinaulta su Wikipedia
La frana di Flims su Wikipedia (in tedesco)
Altri itinerari nella regione:
---

 

CARTINE


Il nostro itinerario: 1 - 2 - 3 - 15 - 16 - 19 - 18 - 17 - 7 - 8 - 9 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - (senza passare dall'8) 7 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1

 

DESCRIZIONE

Come prima, e per il momento unica, gita nei Grigioni vi propongo di scoprire la regione di Flims e la Ruinaulta, definita dagli uffici turistici "il Grand Canyon della Svizzera". Questa definizione è un po' esagerata, ma le gole scavate dal Reno nella enorme massa di detriti che 10'000 anni fa ha ostruito la valle sono davvero impressionanti.

La nostra gita inizia a Flims, nel quartiere Waldhaus. Dopo aver parcheggiato l'automobile (sulla strada cantonale, la biforcazione per il parcheggio del Lag la Cauma/Caumasee è indicata) ci incamminiamo in direzione del Lago di Cauma. Dopo pochi minuti arriviamo alla stazione superiore del'ascensore che porta al lago. Noi scendiamo però a piedi (anche perché l'ascensore - il cui utilizzo è gratuito - era fuori servizio il quel momento...).

Dopo aver fatto il giro del lago ci incamminiamo in direzione di Conn. A Conn c'è una piattaforma dalla quale si può ammirare le meraviglie che la natura ha saputo creare nella sottostante Ruinaulta.

La rete di strade e sentieri nei boschi tra Flims e Conn è un vero labirinto. Per andare da un punto all'altro ci sono più itinerari. Per facilitare l'orientamento ogni incrocio è numerato (i numeri sulla cartina di questo sito corrispondono a quelli indicati sui cartelli negli incroci).

Noi abbiamo fatto l'itinerario seguente, ma altri sono ovviamente possibili:
1 - 2 - 3 - 15 - 16 - 19 - 18 - 17 - 7 - 8 - 9 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - (senza passare dall'8) 7 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1

 

Flims

Flims (Flem in romancio) è un comune del canton Grigioni di circa 2500 abitanti. Con i Comuni di Laax e Falera costituisce il comprensorio sciistico dell'Arena bianca.

Gli abitanti di Flims - originariamente villaggio romancio - sono ora per buona parte di lingua tedesca. Soltanto il 7,5% della popolazione ha dichiarato il romancio propria lingua madre in occasione del censimento del 2000. La velocissima germanizzazione del comune è avvenuta nel corso del XXesimo secolo a causa dell'attività turistica.

Nel 2006 Flims è stata sede, eccezionalmente, della sessione autunnale delle Camere federali in onore della minoranza romancia (anche se, come detto, il comune è ormai a stragrande maggioranza tedescofono).

 

Il Lago di Cauma

Il Lago di Cauma si trova circa 100 metri sotto il villaggio di Flims. Il significato del suo nome deriva dal greco-latino Cauma, che approssimativamente significa "sole caldo". In terra romancia con questo termine si fa anche riferimento al luogo di riposo del bestiame durante l'ora di pranzo, quando il sole è al suo massimo giornaliero. La parola ha quindi assunto anche il significato di "dormitorio". Il lago di Cauma può essere dunque definito come il "Lago della siesta".

Geologicamente, il lago si trova sulla massa di detriti della frana di Flims (vedi sotto). L'acqua del Lago di Cauma hanno la particolarità di essere verde turchese. In inverno solo una parte del lago ghiaccia poiché esso è alimentato da importanti sorgenti sotterranee.

Il lago è invece un popolare sito di villeggiatura estiva: le sue acque raggiungono infatti in estate la ragguardevole temperatura di 24 gradi. Nel 1937, per superare i 100 metri di dislivello che separano Flims dal lago, fu costruita una funicolare, sostituita poi nel 1999 con un ascensore inclinato. Il suo utilizzo è gratuito.

Il livello dell'acqua è soggetto a importanti fluttuazioni: il picco massimo è raggiunto verso fine luglio con il completo scioglimento delle nevi, il livello più basso è invece osservato alla fine dell'inverno.

Nell'ottobre 2002, durante i lavori di costruzione della galleria di circonvallazione di Flims, all'interno della montagna è stato interrotto un sistema carsico (in parole semplici: un fiume sotterraneo). In seguito a ciò è stata constatata una diminuzione dell'afflusso d'acqua sotterranea nel Lago di Cauma e in altri corsi d'acqua.

Per rifornire il Lago di Cauma è stato quindi deciso di captare acqua dal ruscello Platt Alva e in parte dal Flem per 6-8 settimane all'anno. Quest'acqua viene immessa nel ruscello Pulté che alimenta indirettamente il Lago di Cauma.

 

La Ruinaulta

Con Ruinaulta - termine romancio che si può tradurre con alta frana - si intende la grossa frana compresa tra Ilanz e Reichenau. La regione così come la conosciamo oggi è il risultato di un processo durato diversi millenni. Per spiegare la sua formazione bisogna risalire all'ultima glaciazione, oltre 10'000 anni fa, quando la regione era ricoperta da un ghiacciaio largo 5 km e di uno spessore di oltre 1500 metri.

Quando si è ritirato, sulle montagne è venuta a mancare la pressione del ghiaccio e grandi quantità di materiale si sono staccate e sono scese a valle. La maggior parte della frana non si è però staccata subito, ma parecchi secoli dopo, quando si è sciolto il permafrost. Le più recenti datazioni stimano il momento della frana a 10'055 anni fa (con un margine d'errore di 195 anni).

La massa non si è comunque staccata in un sol colpo, ma in più fasi successive. In totale sono oltre 10 miliardi i metri cubi che hanno ostruito la valle formando uno sbarramento alto più di 300 metri e lungo diversi chilometri per una superficie totale di circa 40 km2. A monte si creò un enorme lago che raggiunse i 10 km di lunghezza. A poco a poco, in circa 1000/2000 anni, il Reno è però riuscito a scavarsi un nuovo letto formando così le magnifiche gole visibili oggi.

 

FOTO



il lago


il lago


la Ruinaulta vista dalla piattaforma


la Ruinaulta vista dalla piattaforma


la piattaforma che sovrasta la Ruinaulta