pubblicato il 06/05/09
Version française

indice geografico
indice cronologico

Per informazioni:


itinerario 28
EVILARD - GOLE DI TAUBENLOCH

 

Localizzazione:

Svizzera, Canton Berna, regione di Bienne
Bienne - Evilard
Parcheggi a Bienne (o Evilard)

Partenza:

Evilard
Bienne (o Evilard)

Arrivo:

Bienne, fermata "Taubenloch" linea di filobus numero 1

Dislivello:

0 m 251 m
Punto più basso: Bienne 446 m
Punto più alto: Evilard 697 m

Itinerario:

Bienne Evilard Lysserbrunnen Frinvillier Bienne
Durata:

Bienne Evilard 30min Lysserbrunnen 20min Frinvillier gole di Taubenloch50min Bienne
Totale: 1h 40min

Difficoltà:
Il sentiero delle gole di Taubenloch non è esente da pericoli a causa del rischio di caduta di sassi. Tuttavia, a condizione di non transitare durante i giorni di pioggia e dopo un'acquazzone, è importante sottolineare che non c'è praticamente nessun pericolo.

T1 - Escursione (secondo la scala del CAS)
Sentiero ben tracciato. Se segnalato secondo norme FSS: giallo. Terreno pianeggiante o poco inclinato, senza pericolo di cadute esposte. Requisiti: nessuno, fattibile anche con scarpe da ginnastica. Orientamento facile, percorribile anche senza cartina topografica.

Punti di ristoro:
A Evilard, Frinvilier e Bienne
Varianti:
---
Commento:
Alla scoperta delle gole della Suze
Data:
Escursione effettuata il 10 aprile 2009
Partecipanti:
image
Claudio Aurore
Collegamenti internet (fonti):
Le gole di Taubenloch sul sito dell'Ufficio turistico di Bienne (in francese, tedesco e inglese)
Evilard su Wikipedia
Bienne su Wikipedia
Sito ufficiale della funicolare (in francese e tedesco)
Sito della società dei trasporti pubblici di Bienne (in francese e tedesco)

 

CARTINE

 

DESCRIZIONE

La nostra gita inizia con un tragitto in funicolare fino Evilard. La partenza è situato nella città vecchia di Bienne, raggiungibile con i bus urbani dalla stazione FFS, il numero di parcheggi è limitato. La funicolare è parte integrante dei trasporti pubblici urbani di Bienne, dalla stazione è quindi sufficiente acquistare un solo biglietto (tre zone, 2,20 Fr con l'abbonamento 1/2 prezzo).
Attenzione: dal 6 luglio al 29 agosto 2009 l'esercizio della funicolare è sospeso a causa di importanti lavori: verranno infatti sostituite le vetture, cambiati i binari e adattate le stazioni per le persone con mobilità ridotta. Durante questo periodo verrà istituito un bus navetta ogni 30 minuti.
A Evilard attraversare la piazza antistante la stazione e prendere la strada in direzione di Lysserbrunnen. Dopo pochi minuti la strada diventa un sentiero ed entra nel bosco. Al Lysserbrunnen c'è una casetta e un area pic-nic. Qui prendere la strada in discesa e, dopo circa 50 metri, svoltare a sinistra. Il sentiero ci porta fino in pianura a Frinvillier.
Arrivati in piano, svoltare a destra in direzione delle gole di Taubenloch. Poco prima l'ingresso nelle gole, passiamo accanto a un ristorante (per chi vuole fare una pausa). Un cartello ci avvisa che il percorso nel Taubenloch non è esente da pericoli a causa del rischio di caduta di sassi. Tuttavia, a condizione di non transitare durante i giorni di pioggia e dopo un'acquazzone, è importante sottolineare che c'è nessun pericolo.
Il sentiero delle gole - largo è assolutamente non impegnativo -attraversa un paesaggio spettacolare, le foto non riescono a riprodurre appieno la grandiosità del sito. Vedere per credere, non rimarrete di certo delusi. All'uscita delle gole c'è la fermata "Taubenloch" linea di filobus numero 1 che porta al centro città e alla stazione FFS (direzione: Vorhölzli / Bois-Devant).

Bienne
Bienne, con quasi 50'000 abitanti, è la decima città svizzera. A cavallo sulla frontiera linguistica della Svizzera di lingua tedesca e francese, Bienne è la più grande città bilingue elvetica. I germanofoni sono il 60% dei residenti, i francofoni il 40%. La popolazione di lingua francese tende ad aumentare a causa dell'immigrazione straniera.
Bienne è conosciuta per essere la capitale orologiera della Svizzera: hanno la loro sede in città la Federazione dell'industria orologiera svizzera e il maggior gruppo orologiero mondiale: Swatch Group (che controlla i marchi seguenti: Breguet, Blancpain, Glashütte Original, Jaquet Droz, Léon Hatot, Omega, Longines, Rado, Union Glashütte, Tissot, Calvin Klein watch and jewelry, Balmain, Hamilton, Certina, Mido, Swatch, flik flak, Endura, ETA). A Bienne c'è anche la fabbrica di orologi Rolex.

Evilard
Il comune di Evilard è composto da due villaggi: Evilard, situato ad una altitudine media di 698 metri, e Macolin, ad un'altitudine di 875 metri. Il comune conta circa 2300 abitanti ed è bilingue francese (40%) - tedesco (60%). Entrambi i paesi hanno la particolarità di possedere ciascuno la sua propria funicolare che li collega con la città di Bienne. Quella di Evilard è stata inaugurata nel 1898, quella di Macolin nel 1887.

Le gole di Taubenloch
Le gole di Taubenloch si sono formate circa 5 milioni di anni fa, nello stesso momento in cui si è formata la catena del Giura. Il fiume Suze è responsabile per il 95% dell'erosione, il vento ha contribuito a modellare il paesaggio.
Il nome "Taubenloch" appare la prima volta in un documento del 1532. Ci sono varie versioni per spiegare la sua etimologia:

  • deriva dalle colombe (Taube) che in passato nidificavano nelle gole.
  • Le gole vengono scritte anche "Daubenloch" che derivano dalla parola "Daube" che significa "precipizio, abisso" o "fossa, trincea".
  • Il suo nome potrebbe anche derivare da questa leggenda: un giovane della regione amava una ragazza che era così bella e così graziosa che tutti la chiamavano Colomba (Taube). I due amanti volevano sposarsi, ma lei era perseguitata dal tiranno di Rondchâtel, che si innamorò di lei. Per non cadere nelle sue grinfie, si gettò nella gola e morì. Da quel momento, in sua memoria quel tratto di fiume venne battezzato la "gola della piccola colomba" (Taubenlochschlucht).

 

FOTO


la vecchia funicolare


vista su Bienne da Evilard


la discesa per Lysserbrunnen


poco prima di Frinvillier


passerella sulla Suze


tracce lasciate dal fiume sulla roccia


il sentiero scavato nella roccia


le gole


la città vecchia di Bienne